Aggiungere un sito a Dmoz.org

apr 7
Inviato da Gennyx creato in SEO

Cosa dicono di Open Directory Project (ODP) è vero, è la più grande directory su Internet oggi. Qual è il grosso problema di essere curata da uomini? Ciò significa anche che è uno dei più difficili directory da ottenere elencati dentro perché la vostra presentazione è rivisto da almeno un altro essere umano prima che viene approvato e indicato per il mondo intero di vedere. Così, dopo aver detto questo, si ha bisogno di sapere cosa si sta facendo prima di colpire tale pulsante “Invia”.
Linee guida per la presentazione di DMOZ

Si raccomanda di leggere e capire le linee guida dmoz nella loro interezza prima di pensare presentando il sito. Altrimenti ti vento più probabile per perdere il vostro tempo, e non avrete mai sapere con certezza se il vostro sito ha elencato, perché no. Prima di tutto, ciò che muta, è garantito non farsi elencati nella ODP.

Mirror – siti con contenuto identico, ma hanno URL completamente diverse.

indirizzi di siti Redirect – che si aprono e vi reindirizza automaticamente a un altro indirizzo URL.

I contenuti illegali – i siti che non sono adatti per i bambini o ha DMOZ spiega:
“Esempi di materiale illegale includono pornografia infantile; diffamazione, materiale che violi qualsiasi diritto di proprietà intellettuale e materiale che specificamente sostiene, sollecita o favorisce attività illegali (come la frode o la violenza).” – Dmoz.org

‘Under Cantieri’ – che sono incompiuti o sono pagine che non sono completati. È necessario attendere che il sito è completo e presentabile, prima della presentazione. Aggiunta del contenuto è poi bene, però è necessario avere un sito completamente funzionale senza link non funzionanti, immagini, e sotto le pagine di costruzione prima di cercare di presentare l’URL.

Affiliati – siti che si occupano prevalentemente link di affiliazione. L’ODP non è qui per aiutarti a guadagnare dei soldi su click-through.
“Il nostro obiettivo è quello di rendere la directory come utile possibile per i nostri utenti, non per avere la directory di tutti (o quasi) dei siti che potrebbero essere inseriti.” – Dmoz.org

Quindi il primo passo consiste nel determinare se il tuo sito rientra in nessuna di queste categorie. Se è così allora il vostro sito non è idoneo per la collocazione all’interno del progetto Open Directory. Se il vostro sito non, allora si dovrebbe procedere alla fase successiva.
Può l’URL già essere inserito?

DMOZ è una directory, il che significa che uno dei redattori possono avere già visto il tuo sito e di cui è senza di voi saperlo. Un altro possiblity è che l’URL è stato precedentemente posseduta e presentata. Ciò solleva un problema di Hugh come la messa a fuoco siti possono non essere lo stesso vostro obiettivo primario. Se si trova che questo è il caso, si vuole per richiedere una modifica a questo annuncio, so che il sito è rappresentato correttamente all’interno della directory, tra cui il corretto posizionamento nella categoria più pertinente per quello che state offrendo. Questo è il motivo per cui è importante che tu extemely varifiy se l’URL è già all’interno del progetto Open Directoy. Per eseguire questo controllo si può andare alla home page e inserire l’URL (yoursitesurl.com) nella casella di ricerca. Potete farlo qui – dmoz.org – http://www [non obbligatorio]

Okay, non sei uno qualsiasi dei siti non approvati, e dopo aver verificato per l’URL all’interno della directory e non è elencato.

Passaggio successivo: Presentazione

Identificare la migliore categoria singola per il sito. Open Directory ha una serie enorme di soggetti tra cui scegliere. Si dovrebbe presentare un sito alla categoria unica più rilevanti. I siti presentati a categorie inadeguate o non attinenti possono essere rifiutati o rimossi. Nota: alcune categorie non hanno “Aggiungi URL” o “aggiorna URL” opzioni. Queste categorie non si accettano proposte, così si dovrebbe trovare una categoria più specifica. Tuttavia, non andare troppo in profondità nella lista se si può farne a meno. Assicurati di essere nella posizione più rilevanti per ciò che hai da offrire. Per esempio, supponiamo che la vostra azienda ha una linea di perdita di peso supplementi. In primo luogo, il vostro sito non può essere un “affiliato” o di “rivenditore” di una linea di integratori, il sito deve appartenere a direttamente la ditta che produce i supplementi. Capito? Ok.
Selezione di una categoria

Adesso che si cercano in tutto le categorie all’interno della directory si noterà che il sito potrebbe rientrare in una manciata di categorie. Essi sembrano essere rilevanti, tuttavia si dovrebbe prendere il tempo a leggere le descrizioni e dare un’occhiata al loro sito. Tornando al nostro esempio della perdita di peso supplementi, si potrebbe andare a dmoz.org / Salute / Weight_Loss e cercare di presentare lì, ma questo è un argomento molto ampio con le tonnellate di inserzioni. Se si esamina i siti elencati in tale categoria, imparerete che questi siti non sono produttori di supplementi. Una categoria migliore potrebbe essere qualcosa del tipo dmoz.org / Shopping / Salute / Weight_Loss / supplementi, che porta giù per la categoria “acquisti di indirizzare specificatamente le persone in cerca di acquistare weight loss supplementi. Inoltre, vi accorgerete che non ci sono annunci molto meno in quella categoria, così il vostro sito è più adatto per essere guardato, piuttosto che se fosse elencato in una categoria con una lista lunghissima di siti. Un dettaglio ancora più importante è che questa categoria è più rilevante, in quanto è sotto la categoria “Shopping, che è precisamente quello che stai cercando di fare, è vendere la perdita di peso della vostra azienda integratori.

Ora che hai stabilirono sulla scelta categoria più rilevante, per questo … cercare e proporre il tuo sito!

Come realizzare una Tabella in HTML

mar 3
Inviato da Gennyx creato in Creare siti web

Una piccola guida su come realizzare le tabelle in HTML.
Le tabelle sono fondamentali per relaizzare una pagina in html.Nel linguaggio HTML non dobbiamo immaginare le tabelle come nell’usuale pensiero matematico, ma invece come un complesso di quadrati o rettangoli dove poter inserire oggetti o scritte. Questo concetto che per anni ha aiutato i webmaster nella costruzione delle pagine HTML è stato ribaltato completamente con l’uscita ed il sempre più numeroso utilizzo del linguaggio .

Ecco come dovrebbe essere il codice di una tabella in HTML:

  <table border=”3″>  
  <tr>
  <td>
   Questa è un atabella
  </td>
  </tr>
  </table>

sul web apparirà nel seguente modo:

Questa è una tabella

Il tag table indica che stiamo per aprire/chiudere una tabella.
Il tag tr indica che stiamo per aprire/chiudere una riga.
Il tag td indica che stiamo per aprire/chiudere una casella (cella) della colonna.

CODICE PER UNA TABELLA A 2 RIGHE
<table border=”2″>
<tr>
<td>
tabella con
</td>
</tr>
<tr>
<td>
due righe
</td>
</tr>
</table>

questa è una tabella
con 2 righe

Elenco degli attributi per realizzare una tabella in HTML:
- bgcolor=” “ nome in inglese o esadecimale del colore.
- background=” “ nome sfondo con estensione gif, jpg, jpeg o png.
- align=” “ può essere right, left, center, justify ed allinea il contenuto delle celle in senso orizzontale.
- valign=” “ può essere top (sopra), middle (centro – default browser), bottom (sotto), baseline (alla base) ed allinea il contenuto delle celle in senso verticale.
- width=” “ unità di misura (px od altro) o in % determina le dimensioni in larghezza.
- height=” “ unità di misura (px od altro) o in % determina le dimensioni in altezza.

Ecco una piccola guida su come realizzare un atabella in HTML.

Creare un sito web gratis

mar 3
Inviato da Gennyx creato in Creare siti web, Siti gratis, Siti Web

Vuoi creare un sito web senza dover spendere nulla? Allora leggi la guida su come realizzare un SITO WEB GRATIS.

Creare un sito web Creare un sito web non è più difficile come una volta. Per creare un sito non è necessario conoscere HTML, PHP ed altri linguaggi di programmazione. É possibile creare un bel sito usando gli editor WYSIWYG, ovvero programmi che permettono di lavorare con un ambiente grafico completo e con funzioni automatizzate. Il programma più diffuso è il DreamWeaver di Adobe, che però non è gratuito. Una valida alternativa gratis è KompoZer, di Mozilla. Sulla Rete sono disponibili diversi tool e servizi gratuiti per creare un blog o un sito internet con pochi click. Alcuni non richiedono la conoscenza informatica del linguaggio html. Sono servizi utili soprattutto per esigenze di tipo personale o amatoriale.
Alcuni portali web mettono a disposizione spazi web gratuiti per creare siti a vostro piacimento o con tool che vi aiutano nella creazione del sito web senza dover avere una grande conoscenza sul come realizzare un sito.

 
Vi elenco alcuni di quei siti su cui potete realizzare un sito internet:
WordPress: É’ un software gratuito per sviluppare un blog o un sito web. Wordpress è famoso per la sua facilità di utilizzo e per la possibilità di cambiare il template grafico del sito web con pochi clic. WordPress può essere scaricato gratuitamente (licenza GNU) ed installato sul proprio spazio web. O in alternativa, è possibile aprire un canale blog direttamente sulla piattaforma online gestita da WordPress andando alla pagina:  http://www.wordpress-it.it/

Altervista: É uno dei principali servizi gratuiti per creare siti web e permette a tutti, sia a webmaster esperti di programmazione o semplici navigatori, di aprire siti con funzionalità avanzate, per audience di ogni genere o dimensione. Puoi anche creare un blog, una fotogallery, un forum o un portale con un click. Vai alla pagina:  http://it.altervista.org/ Dopo esserti registrato pèotrai accedere a tutti i servizi per la realizzazione di un sito web.

Blogger:  Blogger.com consente di creare gratuitamente un vero e proprio sito web senza conoscere l’html. É sufficiente iscriversi al servizio, scegliere la grafica del sito e di aggiornarlo tramite un pannello CMS di facile utilizzo. Si può aprire un sito web blog  con pèochi click in meno di 5 minuti. Il servizio blogger è attualmente gratuito.

Google Sites: É  il servizio offerto da Google. Permette di creare il proprio sito web sul dominio google ed è totalmente gratuito e veloce. I siti risiedono sulle directory del dominio di terzo livello di Google Sites. Consente di scegliere il modello grafico tra diversi template grafici predefiniti.